iStock-512327763_angepasst.jpg

L’attivismo basato sulla logica del “noi-contro-loro” ci sta facendo sprofondare in una spirale di polarizzazione e tribalismo. Invece di gettare le fondamenta per un sistema migliore, il percorso attuale potrebbe portarci solo verso violenza e distruzione. 

 
Come possiamo dunque favorire e sfruttare al meglio la nostra straordinaria capacità di cooperazione?
 
Come possiamo diventare sapienti agenti di cambiamento, in grado di sostenere trasformazioni di lungo periodo che siano all’altezza della complessità del mondo attuale, così da permettere alla vita sulla Terra di prosperare?
 
Come possiamo progettare sistemi sociali che tengano sempre in considerazione il benessere dell’intero sistema? E come riuscirci prima che sia troppo tardi?

 
iStock-1133385963.jpg

 

 

Il Protopia Lab

è uno spazio per il dialogo aperto, l’apprendimento e l’innovazione su come riconquistare fiducia all’interno delle nostre società polarizzate, sul creare modalità di cooperazione per l’intera umanità in grado di far evolvere la nostra civiltà prevenendone il collasso.

COS'È LA PROTOPIA?

iStock-1132265686.jpg
L’utopia è il mondo perfetto che sogniamo e che non raggiungeremo mai. Storicamente la lotta per l’utopia ha spesso portato alla distopia, dove l’unico modo per progredire è stato quello di imporre la propria visione attraverso approcci totalitari. 
 
Il nostro obiettivo non è un mondo perfetto, ma la protopia, cioè una visione che tiene conto di molteplici prospettive, ne riconosce i compromessi ed evita di gettare via il bambino con l’acqua sporca quando apporta cambiamenti al sistema. 
 
Nessuno ha tutte le risposte su come può funzionare un sistema migliore. Quello che proponiamo qui è un percorso di prova ed errore, un processo di ricerca evolutiva verso la protopia.

QUALI SONO I NOSTRI OBIETTIVI?

 
iStock-904150194.jpg

Imparare nuovi modi de comprensione della  realtà

I problemi complessi del mondo richiedono di saper vedere le situazioni da molteplici prospettive. Ma la realtà della nostra ecologia dell’informazione rende ciò sempre più difficile, se non impossibile. I vecchi modi di comprensione della realtà si stanno sgretolando rapidamente, mentre i media tradizionali sono meno impegnati nella ricerca della verità e sono diventati guardiani di una particolare visione morale del mondo. Gli algoritmi di Facebook e Twitter si curano di sottoporci informazioni solo a partire dalle nostre convinzioni preesistenti, alimentando così il tribalismo e la polarizzazione in tutto il mondo. Di conseguenza, le persone vivono sempre più spesso in realtà e bolle ideologiche separate e molte diverse. Attribuire un significato condiviso a ciò che ci accade intorno diventa impossibile.

 

Nel Protopia Lab prenderemo consapevolezza dei nostri bias cognitivi e costruiremo la capacità di vedere i problemi da molteplici prospettive. Metteremo l’accento sui processi psicologici che possono aiutarci a uscire dai nostri schemi ideologici. Porteremo un insieme molto più ampio di idee nelle nostre discussioni, anche da parte di persone con valori molto diversi dai nostri.

AdobeStock_297131226.jpeg

Ridurre la certezza morale e coltivare la generosità di spirito 

Saremo in grado di affrontare con successo i più grandi problemi del nostro tempo, come i cambiamenti climatici, solo se riusciremo a fermare la spirale di polarizzazione delle nostre società. Solo una comprensione profonda ed empatica delle dinamiche che ci hanno portato all’attuale divisione sociale ci permetterà di gettare le basi per una rinnovata fiducia e un nuovo contratto sociale.

 

Crediamo che la polarizzazione politica e l’ascesa dei nazionalismi autoritari siano solo in parte una ribellione contro gli effetti economici della globalizzazione. È altrettanto una ribellione contro gli effetti del liberalismo culturale che è diventato egemonico negli ultimi decenni.

 

Non è un conflitto tra il bene e il male, ma tra diverse moralità, dove ogni parte è convinta di lottare per una buona causa e non per interesse personale. Imparare questo ci aiuterà a ridurre le nostre certezze morali e ad imparare a convivere, piuttosto che a combattere, con persone che hanno valori diversi dai nostri.

 

Nel Protopia Lab svilupperemo una profonda comprensione delle cause alla radice dell'attuale crisi politica e sociale e delle basi evolutive sottostanti (genetiche e culturali).

 

Dimostreremo come adottare un dialogo non dogmatico ed esploreremo modi per riguadagnare la fiducia tra le diverse tribù.

iStock-1256602987.jpg

Diventare progettisti per l'evoluzione culturale

È proprio questa profonda crisi del liberalismo che offre, a chi valuta accuratamente la situazione, l'opportunità di intraprendere un processo di ricerca collettiva per individuare e iniziare a costruire i pilastri del prossimo paradigma. 

 

È spesso ignorato il fatto che i nostri sistemi sociali e il modo in cui le nostre società funzionano e affrontano i loro problemi siano profondamente radicati nella nostra biologia umana.

 

Nel Protopia Lab faremo un uso esplicito del corpus di conoscenze delle scienze evolutive. Ci aiuterà a fare scelte più consapevoli rispetto a quali caratteristiche progettuali e quali strategie di cambiamento verso culture ecologiche e socialmente sostenibili abbiano maggiori probabilità di funzionare e quali no, date le nostre predisposizioni biologiche (genetiche e culturali).

 

Ci porremo alcune domande fondamentali: Come possiamo spegnere il pilota automatico e prendere il controllo della nostra evoluzione? Come possiamo diventare progettisti di processi evolutivi che possano effettivamente far evolvere la nostra civiltà e contribuire a prevenirne il collasso?

 

La prototipazione è un approccio adattivo: sondare, intuire, rispondere. Come possiamo influenzare le dinamiche della civiltà e fare dei cambiamenti iterativi su di esse per far avanzare l’intero sistema?

 

I problemi più grandi e urgenti dei nostri tempi non possono essere risolti al livello a cui sono oggi gli esseri umani in termini di cooperazione. La nostra civiltà e i sistemi ecologici della Terra sono altamente interdipendenti e richiedono un livello di cooperazione globale ancora molto lontano da raggiungere.

 

Dobbiamo progettare sistemi sociali che abbiano in mente il benessere dell’intero sistema e dobbiamo farlo prima che sia troppo tardi.

 

COSA STIAMO PROGETTANDO?

iStock-1175031702.jpg
Faremo incontrare persone della società civile e altri agenti del cambiamento con un’ampia gamma di punti di vista/ideologie, con una mentalità aperta e con la voglia di far parte di uno spazio esplicitamente non dogmatico.
 
Attualmente stiamo raccogliendo fondi per poter dare il via al progetto con una grande conferenza in Europa nel 2021.

Potete iscrivervi alla nostra newsletter per essere informati sulle attività future. 

Se vuoi metterti in contatto con noi, inviaci un'e-mail.

COSA C'È DI NUOVO?

 

CHI SIAMO?

micha.jpg

Micha Narberhaus

Founder and strategic lead

Micha co-founded the Smart CSOs Lab. Since 2004, he has worked at the interface between research and activism with a deep interest in systems thinking and theories of systems change. Recently, he undertook extensive research on the causes of polarisation and on how to advance the ecological transition in the current political context. This work led to the publication of the book Switching off the autopilot: An evolutionary toolbox for the Great Transition.

ali.jpg

Alexander Beiner

Facilitator and process designer

Ali is co-founder of Rebel Wisdom, a media and events organisation focused on understanding systems change, culture and overcoming ideological polarisation. He is an experienced facilitator and trained as both a mindfulness instructor and counsellor, skills he has used to create events focused on mediating cultural differences, collective intelligence and personal development. He has a background in conceiving and producing innovative experiences, having previously worked in some of the world’s top events agencies.

viki.jpg

Viki Lafarga

Project manager and editor

Viki is a freelance editor, translator, and project manager, and wears several hats over the course of a workweek. She specializes in translating (Spanish to English) and editing popular science, with a background in psycholinguistics and cognitive science. In addition to editing, she irons out logistical wrinkles here at the Protopia Lab as well as at the SetLife Network, a non-profit engineering consultancy.

  • Facebook
  • Twitter